A+ A A-

Tiziano Girotti e STM, da piccola impresa artigiana a big della meccanica.

La STM (Società Trasmissioni Meccaniche) è nata nel 1976 e a meno di un anno dal suo quarantesimo compleanno conta 250 dipendenti e oltre 80 milioni di euro di fatturato.

A fondarla è stato Tiziano Girotti che, insieme ad altri due soci, con grande lungimiranza e spirito artigianale è riuscito a creare una delle realtà più importanti nello scenario della meccanica emiliana.

La storia di STM è la metafora perfetta per raccontare come da piccola impresa artigianale si possa diventare una delle aziende più competitive del settore, capace di vincere anche su mercati esteri. STM ha come primo mercato la Germania, paese leader nelle trasmissioni meccaniche nei motori.

Un’attenzione estrema verso il cliente, una continua ricerca e investimenti nel campo dell’innovazione tecnica, e la copertura capillare del territorio sono i punti di forza di STM.

Tiziano Girotti è stato presidente di Cna Bologna, siamo andati a Calderara nello stabilimento di STM (che vale la pena vedere!) e abbiamo fatto due chiacchiere.

Presidente Girotti, STM è un fiore all’occhiello del nostro territorio, come si diventa leader di mercato?

“La verità? Si lavora sodo con l’atteggiamento dell’artigiano, che è quello vincente. Grande caparbietà, costanza, voglia di fare e di innovare sempre. Mi ricordo la prima fiera campionaria a Milano, lì abbiamo conosciuto il primo nostro cliente straniero, uno spagnolo. A distanza di 40 anni lo serviamo ancora. E ciò può succedere solo se mantieni sempre uno stretto contatto con il cliente, se produci esattamente quello che ti chiede e, soprattutto per questi tempi, se sei veloce nel farlo.  Standard qualitativo alto, prontezza di risposta e velocità sul mercato, queste sono le caratteristiche da cui non si può prescindere.

La sua presidenza in Cna è durata dal 2005 al 2013, che anni sono stati?

 “Durante la mia presidenza Cna Bologna ha raggiunto il numero massimo di iscritti, 16.500,  e di questo dato ne vado orgoglioso. Abbiamo fatto un ottimo lavoro con le sedi, cercando di agevolare l’incontro tra imprenditori, e soprattutto abbiamo incentivato la nascita delle filiere.  Li abbiamo aiutatati a fare rete, credo che questo sia l’elemento che ha caratterizzato principalmente la mia presidenza”

 Si festeggia il settantesimo, che augurio manda a Cna Bologna?

 “Che continui cosi! Ai soci auguro che la situazione economica migliori  in tutti i campi e all’associazione che continui a svolgere quel ruolo guida cosi vitale per gli artigiani, è importante che Cna Bologna continui ad essere sia un punto di riferimento che un vero supporto per l’imprenditorialità bolognese”.

 

Tiziano Girotti e STM, da piccola impresa artigiana a big della meccanica.

Lascia un commento

Il commento sarà valutato da un moderatore al solo fine di evitare messaggi di spam o contenenti linguaggio volgare o offensivo. Una volta approvato il commento sarà automaticamente visualizzato sotto l'articolo.

IN COLLABORAZIONE CON

           

CON IL PATROCINIO DEL